Beni in trust per 'sfuggire' erario

Avrebbe conferito in modo fittizio suoi beni a un trust per sottrarsi a una procedura esecutiva del fisco, avendo circa 700.000 euro di debiti verso l'Erario per cartelle esattoriali non pagate. Per questo, spiega la guardia di finanza di Livorno, è scattata l'esecuzione di un sequestro, disposto dal gip, di beni immobili, denaro e quote di partecipazione in una società riconducibili a una imprenditrice livornese 78enne, attiva nel settore della produzione di pasticceria. La donna è stata denunciata per sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Per gli investigatori l'imprenditrice, con il fine di rendere inefficace la procedura di riscossione coattiva da parte dell'Erario, si sarebbe spogliata, nel 2016, di un villino con due annesse autorimesse a Collesalvetti e due appartamenti a Livorno del valore di circa 550.000 euro e quote sociali, conferendoli in un trust. Per la Gdf si sarebbe trattato però solo di una cessione formale a un trust, mantenendo la donna potere di gestione e controllo.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. ToscanaSport.net
  2. QuiNewsCecina
  3. QuiNewsCecina
  4. GoNews
  5. QuiNewsCecina

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Montescudaio

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...